Premio Giorgio Lago Juniores

Il Premio Giorgio Lago Juniores – Nuovi talenti del giornalismo nasce nel 2012 e si rivolge agli studenti dell’ultima classe degli Istituti Superiori del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. Lo scopo del concorso è far riflettere i più giovani su tematiche di grande attualità, divulgando il pensiero e l’opera del grande giornalista trevigiano, e sostenere la formazione universitaria dei più meritevoli con una borsa di studio.

Il Premio, che inizialmente affiancava il premio giornalistico e oggi lo sostituisce, si inserisce nel solco tracciato dal celebre direttore de Il Gazzettino, che ebbe per i giovani e per il futuro della sua professione sempre grande attenzione.
Giorgio Lago, infatti, oltre che una grande firma della stampa del Nordest ne è stato anche uno dei suoi più lucidi interpreti e con grande lungimiranza scriveva: “Il Nordest deve migliorare riflettendo su un dato inoppugnabile: la nuova risorsa sarà il sapere. Chi avrà la leva del sapere guiderà il domani”.

Ogni anno, a partire dalle riflessioni del giornalista al quale è intitolata, l’Associazione
Amici di Giorgio Lago, organizzatrice del riconoscimento, invita i diciottenni a redigere un articolo giornalistico sviluppando un tema specifico. Per partecipare i giovani sono chiamati a scrivere un articolo di massimo tremila battute, dimostrando di saper utilizzare le fonti in senso critico e di possedere le doti di un buon giornalista: capacità di sintesi, completezza dell’informazione ed efficacia nella comunicazione. Gli elaborati devono essere inviati alla segreteria del Premio, scrivendo all’indirizzo info@premiogiorgiolago.it entro e non oltre il 31 marzo.

La Giuria
A valutare la qualità dei lavori e selezionare i vincitori è una giuria di eccezionale valore, che vede fianco a fianco le grandi firme del giornalismo italiano e veneto ed esponenti del mondo accademico: Marco Almagisti, direttore del Centro Studi Regionali Giorgio Lago dell’Università di Padova, Elisa Billato, caporedattore TGR Veneto , Fabrizio Brancoli, direttore dei Quotidiani veneti del Gruppo Gedi, Sergio Frigo, giornalista e scrittore, Francesco Jori, giornalista e scrittore, Giuliano Gargano, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto, Danilo Guerretta, direttore Tg Veneto News, Massimo Mamoli, direttore de L’Arena, Roberto Papetti, direttore de Il Gazzettino, Edoardo Pittalis, giornalista e scrittore, Alessandro Russello, direttore de Il Corriere del Veneto, Marino Smiderle, direttore de Il Giornale di Vicenza. 

Premi e premiazione
La scelta dei premi rispetta la vocazione formativa dell’Associazione e del Premio e, come sarebbe piaciuto a Giorgio Lago: ai primi tre classificati vengono assegnate tre borse di studio da utilizzare per sostenere gli studi universitari (1000 euro al primo classificato, 750 euro al secondo e 500 euro al terzo).
Sarà inoltre assegnato un premio speciale della Regione Veneto agli Istituti scolastici di secondo grado dei primi tre classificati: 2000 euro alla scuola del primo classificato, 1500 euro alla scuola del secondo classificato e 1000 euro alla scuola del terzo classificato.
Il Premio speciale della Regione Veneto dovrà essere utilizzato dagli istituti scolastici per promuovere la cultura della legalità e la lotta alle mafie attraverso azioni ed interventi specifici, come ad esempio l’acquisto di libri, l’organizzazione di eventi, la realizzazione di approfondimenti, etc.

Premio Giorgio Lago Juniores 2024

Gli studenti dell’ultima classe degli Istituti Superiori del Veneto e del Friuli Venezia Giulia potranno partecipare scrivendo un articolo, di massimo 3000 battute, dedicato al tema “Le mafie a Nordest – una presenza inquietante”.

Gli elaborati dovranno essere inviati a info@premiogiorgiolago.it, entro e non oltre il 31 marzo 2024.

Per partecipare scarica il bando Link al bando 2024

Consulta gli articoli di Giorgio Lago sul tema: 

Basta! A ciascuno il suo boss, 31 dicembre 1987

Il giudice Borsellino e altri 5 della scorta, massacrati a Palermo, 20 luglio 1992

Falcone un anno, 23 maggio 1993

Pentiti di mafia, 26 maggio 2003

Per approfondire:

Giovanni Falcone, La storia siamo noi 

Paolo Borsellino, La storia siamo noi 

Roberto Saviano racconta Messina Denaro 

Presentazione del libro Mafia del Nordest

https://www.youtube.com/watch?v=taI5whLMxZw&t=1452s

https://www.youtube.com/watch?v=b_9vd-EVaYw

Menu